Raggiungendo l’arcobaleno…

Tagged , | Posted in phototour, travels

Nel miglior momento durante le riprese, sul cielo scuro e’ apparso l’arcobaleno: brillante da abbagliare. Sono stato sopraffatto da euforia. Dopo la sfortuna con il tempo i primi cinque giorni, ora, finalmente… Ho fatto lo snapshot. Il sole tramontava oltre l’orizzonte dietro di me. E quando gli ultimi piccoli raggi hanno toccato il candido muro della Vitaleta, il secondo arcobaleno si e’ fatto vedere lentamente, Me ne sono accorto che la luce spariva, l’immagine non ci stava tutta nei 70 mm della mia macchina fotografica. Delicatamente, tremando l’ho girata in posizione verticale e veloce ho fatto il panorama di 15 snapshots. All’ultima foto la luce non c’era piu’, circa 6 foto sono state cancellate perche’ erano mosse. Ma quelle che sono rimaste mi bastavano per poter montare QUESTA FOTO…

Noi saremo scuri piu’ della notte, ma chiari piu’ del giorno…

Tagged , | Posted in phototour, travels

La stupenda Cappella della Madonna di Vitaleta. E’ il cuore e l’anima della Val d’Orcia. E’ semplice e raffinata, elevata sulla collina con due cipressi-guardiani accanto. Questa sera le previsioni non ci lasciavano nessuna speranza di avere una buona luce al tramonto, ma ho mandato le ragazze al punto delle riprese lo stesso. Dopo di che sono andato con Romeo a mostrargli il Belvedere.Ci siamo rimasti per una quarantina di minuti nonostante pioggia e grandine, e ci siamo resi conto che il sole non si sarebbe fatto piu’ vedere. Allora, siamo tornati indietro. E al improvviso ho visto il corpo celeste che ha rotto una piccola fessura tra le nubi di piombo e l’orizonte. E ha illuminato tutta la collina di una luce magica e calda. Dimenticando tutto il mondo e me stesso, sono corso con la mia macchina fotografica verso il miglior punto di ripresa. Le gambe si impantanavano nella terra scivolosa, appena arata. Mi fermavo ogni 5 metri a fare snapshot perche’ questa meraviglia poteva sparire in ogni secondo. Ed ecco, ho catturato quello splendido momento quando la fiamma del tramonto ha sfiorato uno stormo di uccelli in volo e li ha trasformati in una nuova costellazione mai conosciuta prima…

E poi, quando ho raggiunto il punto dello snapshot, e’ successa una cosa incredibile, godetela nell’immagine sucessiva…

Seduto su una bella collina, sto sognando…

Tagged , | Posted in phototour, travels

Era sempre quella mattina meravigliosa. Ci sono gia stato prima tante volte. Ma non ho mai notato questa inquadratura. La nebbia ha aggiunto nell’immagine il volume necessario, I raggi bassi del sole appena spuntato hanno dettagliato le forme delle colline. I cipressi sembravano dei viandanti stanchi che camminavano lentamente verso un podere lontano e nascosto da una foschia intensa. Ho dovuto vagare a lungo per trovare il punto dove gli alberi non coprivano la parte bassa di questa bellissima immagine. Alla fine mi sono arrampicato sul muro, per fortuna non era nemmeno alto. I miei sforzi valevano la pena- mi piace il risultato…

Le nuvole spingono la nebbia nell’autunno…

Tagged , | Posted in phototour, travels

I miei tour fotografici autunnali in Toscana sono finiti. Ho una lieve tristezza nel cuore. E anche se sono gia’ a casa, con i miei cari, anche se sono contento… e’ gia’ la seconda notte che mi sveglio alle tre al buio con un solo pensiero- e’ giunto il momento per l’alba. E mi mancano i vostri volti, le risate, le discussioni e il solito cappuccino con il dolce al mattino… Finche’ il mio orologio biologico non sarà di nuovo regolare, vi mostrero’ piano piano, una alla volta, le inquadrature migliori di questi venti giorni scatenati (in senso buono, eh)…

Il mio punto preferito, le mura della citta’ Pienza.
Quel giorno stavamo andando da tutt’altra parte, a Montepulciano. Siamo arrivati con molto anticipo, grazie alla vigilanza di Vitalik. Non c’era niente di particolare nella valle, ci siamo consultati e Vadim Balkin ci dice di aver notato la nebbia sotto Pienza. Allora abbiamo deciso di ritornarci, ed e’ stata la mattina migliore che abbia mai visto in Toscana. Vi mostrerò ancora molte foto bellissime, questa e’ una delle prime. Il sole non e’ ancora sorto, ma il cielo era tinto di una tonalità arancione stupenda, e la nebbia si estendeva sulle colline con una velocità irreale. Proprio ciò che stavamo aspettando. Non una foschia, non una nebbiolina dispersa nei dintorni, ma una vera nebbia, bassa, viva, come un piumone… Siamo rimasti lì incantati, senza sentire il freddo, ad aspettare i primissimi raggi di sole, capricciosi raggi del sole d’autunno…